Testata del Discovery 300.

Buon Sera gente!

Oggi parleremo di meccanica. Dopo che il 4×4 ha percorso circa 250.000 Km e qualche probblema di surriscaldamento, è arrivata l’ora di rifare la guarnizione della testata del motore. D’altronde la categoria meccanica, nasce, perchè è grazie al mio fuoristrada che possiamo visitare luoghi stupendi che vi mostro e vi racconto nella categoria Escursioni

Processo di smontaggio

Ritagliandomi del tempo, nel tardo pomeriggio, ho cominciato a smontare il tutto seguendo questa sequenza: tubi di raccordi della turbina, filtro aria, scarico dal collettore, collettore di aspirazione e quello di scarico.

 La bancata desta ora è libera; passiamo a quella più complessa che è la sinistra. Come prima cosa ho smontato i tubicini del gasolio che vanno agli iniettori, i collegamenti delle candelette, i tubi dell’acqua che vanno al termostato e che collegano alla pompa, il copri-valvole ed il castelletto dei martelletti delle valvole.

Inidicazioni importanti

Mentre estraevo il castelletto sono stato molto attento a non perdere i bicchierini che ci sono tra i martelletti e le valvole. Subito dopo ho estratto i bilancieri mettendoli in un pezzo di cartone in sequenza di come li ho estratti.In seguito sono passato allo smontaggio del corpo testata, seguendo la sequenza esatta di smontaggio, questo per non danneggiare la testata.

Sequenza di smontaggio bulloni testa

Questa è la sequenza che bisogna rispettare per smontare la testata.

Quì sotto c’è un breve filmato

Una volta rimossa la testata l’ho messo sul banco e lì c’è stata un’altra sorpresa…..la testata è da buttare. Foto 1 e 2.

Alcuni travasi dell’acqua si sono corrosi sino alla camera di scoppio “Foto 1”
Alcuni travasi dell’acqua si sono corrosi sino alla camera di scoppio “Foto 2”

Conclisioni

Pensando e valutando le cose ho deciso di prendere tutto nuovo! Gironzolando sul web ho trovato tutto il necessario e ho deciso di fare l’acquisto: Testata, valvole, rondelline per gli iniettori, guarnizione testa, 18 nuovi bulloni per stringere la testata e altre piccole cose al prezzo di una testata usata in uno sfascia-carrozze…….

Una settimana dopo ecco arrivare il pacco a casa!

Scatola con dentro la testata e accessori
Testata nuova.

Appunto importante!

Durante l’acquisto bisogna fare attenzione che ogni tipo di testata ha il suo tipo di guarnizione. Io ho preso la testata maggiorata, che nelle sue note indica il tipo di guarnizione che va ad accoppiarsi con essa. E’ differente dalle classiche. Attenzione durante la scelta!

Fase di rimontaggio

Come un bambino prendo tutto e comincio il montaggio. Prima di tutto, avendo comprato la testata e valvole nuove, ho eseguito un’operazione molto importante: la LAPPATURA delle valvole e cioè dare una finitura di precisione, tramite una polvere o paste abrasive su un supporto metallico simile all’oggetto da lappare. Operazione necessaria e molto importante se si mettono delle valvole nuove in una testata nuova. I due elementi devovono avere una sede di contatto perfetta in modo tale da non sfiatare.

Quì sotto c’è il filmato di come ho fatto la Lappatura delle valvole 

Dopo aver eseguito l’operazione ho lavato ed asciugato attentamente e con accortezza il tutto , ho montato le valvole, con le loro molle, piattelli e rondelle di spessore dopo di che ho iniziato il  travaso dei pezzi dalla vecchia testata  a quella nuova. Questa operazione l’ho fatta a testata già montata.

Testata pronta al montaggio

Adesso, però, faccio un passo indietro: ho pulito il monoblocco , prima con una lametta, poi lucidata con carta abrasiva 1000 a secco, soffiata e poi ripulita con diluente. La fase successiva, è stata di mettere la guarnizione della testa , prendere la testata in due persone, perchè un pò pesantina, e metterla in sede. A questo punto dopo aver messo i bulloni nuovi nei suoi rispettivi alloggiamenti, ho dovuto chiamare un’ parente di casa che ha la chiave dinamometrica ed la piastra graduata essendo io sprovvisto di questi due strumenti. Questa operazione l’ho eseguita in 4 fasi, Dopo di che ho rimontato il castelletto ed eseguito le regolazioni delle valvole.

Sequenza di rimontaggio

Dati tecnici

Il serraggio della testata va fatta, secondo il manuale LR, in 4 fasi:

1° fase, chiusura a 40 NM

2° fase , con la piastra graduata, si stringono tutti i bulloni di altri 60° sempre seguendo la sequenza di serraggio.

3° fase, nuovamente di altri 60° , tutti bulloni , sempre seguendo la sequenza 

4° fase, rispettando la sequenza 1 2 7 8 9 10 15 16 17 e 18 di altri 20°


Piastra graduata per serrare la testata in gradi

Fatto questo ho continuato il montaggio di tutti i suoi accessori: 

Gli  Iniettori,  ed i suoi tubicini di recupero.

Candelette, pulite, spazzolate, rimontate e connesse con i suoi rispettivi collegamenti elettrici. Collettori, raccorderia varia dei tubi che vanno alla turbina ecc ecc….

Monoblocco pronto ad accogliere la nuova testata
Lavoro ultimato

Spero che il mio operato serva a qualcuno che vuole cimentarsi in questi lavoretti del fai da te. Credo che sia una cosa utile scambiarsi informazioni. A me dà molta soddisfazione.

Vi ringrazio per aver dedicato del tempo al mio blog e spero che ritornerete a leggere nuovi articoli e curiosità. Se vi è piaciuto potete iscrivervi , in modo tale che per ogni nuovo articolo pubblicato vi arriverà un’avviso tramite mail e sopratutto condividete agli amici questo post . Un saluto e che dire…….Ciao a tutti! Ci vediamo al prossimo articolo……

Come sempre vi propongo video realizzati da me riguardante una piccola parte di questa meravigliosa isola che si chiama SARDEGNA , la mia terra. Quì sotto ci sono i link del canale https://www.youtube.com/channel/UCGAjK-B6avmpNUvCee0um3A   e il link di https://www.instagram.com/maxpin.palmas/

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *