Primavera in arrivo

Introduzione

Più che articolo lo chiamerei “reportage fotografico” e racconta quanto può essere grande, spettacolare e perfetta la natura. Insegnare ed educare il senso civico altrui perchè, un giorno, questa casa la dovremmo lasciare ai nostri figli e ai nostri nipoti. Ricordiamoci bene che è solo una.

Voglio condividere con voi cosa vedono i miei occhi quando vado in giro a piedi o in off road per la campagna. Tutto questo, non si trova in qualche isola del Pacifico nè tanto meno ad Haiti, ma si trova in Sardegna nella nostra fantastica Italia.

Reportage Fotografico


Potzu Idu in località Mandriola. La strada costeggia tutta la scogliera.

Il cardo selvatico quando raggiunge il periodo di fioritura, sboccia questi fantastici fiori colorati.

Rosmarino di mare in fiore. lungo le strade della costa si trovano cuscini giganti di questa meravigliosa pianta aromatica.

Antico faro per la segnalazione della costa, purtroppo in rovina.
Monti del Girgei. E’ la strada che porta al nuraghe Ruinas a 1100 mt sul livello del mare. Strada che abbiamo transitato il giorno di Pasquetta in 4×4

Pini marini in località Seu , Cabras. i fusti hanno preso queste direzioni per il vento che soffia dal mare. Sono presenti in alcuni punti della costa, ma i più significativi sono questi, ubicati nell’area marina protetta

Questa foto l’ho scattata con il telefonino durante una passeggiata in campagna, all’inizio non avevo notato la cavalletta da quanto era piccolina.

Scatto della scogliera in località Pistis.
(

Scatto con il telefonino della farfalla classica in un giardino. Era in posa perchè anche lei aveva bisogno di essere protagonista in quel momento.

Località S’Archittu nel paese di Santa Caterina.

Una prova di scatto panoramico


Scatto panoramico fatto da un’area di sosta nella provinciale che porta da Bosa ad Alghero. Qui si può notare la naturalezza e i colori del mare durante una bella giornata di sole.

Un ruscello nel Monte Arci di Oristano, scattato nel periodo primaverile.

Cascata di San Valentino situata nella Piazza della chiesa di Sadali. Nel periodo Invernale e primaverile è il momento giusto di scattare qualche foto e visitarla.

Non è insolito incontrare dei capi di bestiame quando si va in giro per le montagne. una regola da seguire è: quando s’ incontrano reticelle di metallo chiuse che possono interrompere la strada sterrata, anche se è pubblica, ricordarsi sempre di aprire e poi chiuderle.


Leccio Millenario danneggiato dalla neve nell’inverno. Località Orgosolo, Foresta Primaria. Uno dei luoghi più suggestivi che abbia mai visto.
Questa strada viene invasa dalla sabbia più volte all’anno. Siamo in direzione di Piscinas nell’Iglesiente , il deserto Sardo, (e il luogo delle miniere. Guarda il video Lincato)

Video “In Viaggio Verso le Miniere dell’Iglesiente”. Bugerru


Scatto di un Pero in fiore.

Durante una buona e salutare passeggiata, in montagna, si possono trovare ai lati dei sentieri dei Ciclamini Selvatici che spuntano tra le pietre. Guardare, ammirare, fotografare, ma non toccare!

Bandiera dei 4 mori. Immagine tratta da Google

Conclusione

Non sò se ho colto nel segno , spero di si. Da buon intenditore, poche parole.

Questo è un filmato prodotto da me. Spero che sia di vostro gradimento. Se andate nel mio canale di YouTubo ci sono altri video che parlano di tour in mezzo alla natura con il mio fuoristrada e tante altre curiosita

Buona Visione e se vi è piaciuto…….METTETE UN LIKE e condivideteeeeeeee   CIAO A TUTTI.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *