Camperizzazione del mio 4×4 Parte1

Camperizzazione – allestrimento piano cottura

Una delle cose essenziali per avere una comodità di tipo base in un 4×4 è la Camperizzazione. Il significato di Allestimento è l’arredo di componenti permanentemente oppure no in modo da permettere il soggiorno dei suoi occupanti. Nel caso di un 4×4, l’allestimento deve essere costruito in parte all’interno e in parte all’esterno in modo provvisorio e facile da smontare. Volete saperne di più? seguitemi in questo articolo che spiegherò che cosa ho fatto newl mio Discovery per rendere il viaggio più confortevole.

Il Piano-Cottura

Come prima cosa, per iniziare la camperizzazione, ho realizzato il piano cottura che serve per appoggiare il fornelletto a gas, con delle prolunghe scorrevoli in modo da appoggiare una bacinella in silicone ripieghevole per utilizzarla per la verdura, o per lavare i piatti una volta finito il pranzo.

Accessori utili per la costruzione
Binari di 40 cm
Ripiano posizionato con le cerniere e dei nastri arancioni , molto resistenti , come fine corsa
Cerniere dei mobili
Durante le misurazioni, ho posizionato , senza fissare nulla, tutti gli accessori per alloggiare il lavandino
Fissaggio dei binari al ripiano per mezzo di rivetti.
Ripiano ultimato.
Camperizzazione e allestimento ultimato del piano cottura: Fornellino da campo, Lavandino ripieghevole in silicone, luce a led a batteria per illuminare durante la notte.

Materiale utilizzato

Per costruirlo ho utilizzato :

  • una lastra di acciaio.
  • una maniglia
  • dei cardini per i mobili
  • del nastro in tela delle cinghie a crik per carico
  • due guide per cassetti scorrevoli in ferro
  • chiusure a clik
  • rivetti da 3mm
  • Viti autoforanti da ferro

Descrizione per iniziare la camperizzazione

Ho preso la lastra in acciaio di spessore 1mm, l’ho tagliata alle dimensioni di 500mm x 400mm, gli ho praticato dei fori da 3,5mm con un punta da ferro per mezzo di un trapano ed gli ho fissato i cardini con dei rivetti alla stessa piastra.

In un negozio vicino al mio paese ho trovato una bacinella in silicone ripieghevole, utilissima e molto comoda , dato che si ripiega su se stesso e si può riporre in piccoli spazi. Per utilizzare al meglio e rendere un unico ripiano per cucinare, lavare la verdura, le posate, ho aggiunto delle guide in ferro scorrevoli e le ho fissate con i rivetti. Queste (come in foto) si allungano e creano un alloggiamento per il contenitore in silicone. Si passa alla maniglia e poi alla chiusure a clik, il tutto fissato con rivetti. Ultimato il montaggio dei componenti , con delle viti autoforanti da ferro ho fissato il ripiano allo sportellone dell’auto. Le cinghie mi servono per reggere il tutto e tenere tutto a livello.

Qui sotto, il video di un amico che ha iniziato così la camperizzare del suo camion. Guardatelo è un grande….

Attrezzatura e utensili utilizzati

Il risultato finale

Ripiano per appoggiare oggetti che può trasformarsi in piano cottura , all’occorrenza.
Camperizzazione e alestimento interno del mio baule dell’auto. Questa è un versione che ho adottato. Ma c’è da lavorare perchè si deve sempre migliorare

Nella foto sopra c’è il primo allestimento fai da te, per il baule che ho adottato. Ma ho in mente di aggiornare e ricostruirlo in tutt’altro modo. Come si può notare il lavandino in silicone , ripiegato , viene posto in uno spazio veramente ridotto.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto e vi ringrazio per aver dedicato del tempo al mio blog. Spero che ritornerete a leggere nuovi articoli e curiosità. Se vi è piaciuto potete iscrivervi , in modo tale che per ogni nuovo articolo pubblicato il sabato, vi arriverà un’avviso tramite mail e sopratutto condividete agli amici e mettete un like………. Un saluto a tutti! Ci vediamo al prossimo articolo……

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Logo_La_Saletta_da_Mario-1024x640.jpg
Circolo Ricreativo da Mario Palmas Arborea-Oristano
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Logo_Destinazione_Blogger.png

CONDIVIDETE !

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *