Camperizzazione del mio 4×4 parte 2

SERBATOIO DELL’ACQUA

Salve ragazzi. Oggi vi mostrerò come ho installato l’autoclave per pescare l’acqua da una semplice tanica da 20 o da 10 litri, per accomodare le mie esigenze , sia per lavarsi le mani che per lavare i piatti e le stoviglie.

Proseguiamo la camperizazione del mio 4×4 . Oggi mi sono procurato due taniche da 20 lt ed ho sfruttato i due spazi laterali nel cofano, smontando i sedili del sesto e del settimo posto, dato che sto parlando di un L. R. Discovery 300 . In questa nicchia gli ho inserito la tanica , ma prima ancora, sul fondo del pavimento ho posizionato l’autoclave alimentata a 12V. con un piccolo ripiano. (Foto 1).

Tramite un tubo di gomma , pesca dalla tanica e la convoglia direttamente al rubinetto, Da questo con un raccordo (come in foto 4), posso diramarla con delle prolunghe in tutte le posizioni dell’auto, sia nello sportellone posteriore, per lavare le stoviglie che sul lato dell’auto per farsi una bella doccia dopo aver passato una bellissima giornata al mare.

Direttamente dalla batteria ho tirato un cavo positivo rosso (+) con un fusibile da 20 A , posizionato vicino alla batteria, un interruttore e due prese tipo accendi-sigari per alimentare l’autoclave nel cofano posteriore.

La presa di alimentazione dell’autoclave è la classica presa per accendisigari, predisposta già all’acquisto.

Per quanto riguarda le tubazioni ho usato il classico tubo da giardino. Un impianto semplice, economico ma efficiente.

Accessori e il materiale che ho utilizzato

– Tubo classico da giardino

– Autoclave a 12V

– Rubinetto e raccordi

– Fascette in ferro per stringere i tubi

– N° 2 prese per accendino

– Presa classica per alimentare l’autoclave

– Interruttore

– Tanica da 10 litri

– Taniche da 20 litri

  • Disinfettante apposito per disinfettare l’acqua. (Rispettare le dosi)

– Piccoli pezzetti di tubo , di diametro minore per raccordare i tubi all’autoclave

– Viti per legno

– Tavoletta di multistrato

– n° 2 accendisigari

– Capicorda

Attrezzatura usata:

–  Forbici

–  Avvitatore

–  Seghetto alternativo

–  Pinzatrice per fissare la moquette

Foto illustrative

(Foto 1) Autoclave con la descrizione dei tubi dell’andata e della mandata dell’acqua.
(Foto 2) Tubo di pescata dell’acqua.
(Foto 3) Interruttore di alimentazione con in evidenza un rubinetto di sicurezza.
(Foto 4 ) Tanichetta da 10 lt ed in primo piano il raccordo di innesto per inserire le prolunghe.
(Foto 5) Tubo di uscita dell’acqua.
(Foto 6) Prese di accendi-sigari, alimentate e con un fusubile da 20 Amp, per alimentare l’autoclave.

Spero che serva a qualcuno che vuole cimentarsi in questi lavoretti di fai da te. Credo che sia una cosa utile scambiarsi delle idee per realizzare qualcosa con le proprie mani. A me dà molta soddisfazione.

Un saluto a tutti, al prossimo articolo….CIAO!

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *